Il bosco

Se lo spazio esterno ve lo consente create un piccolo bosco privato. Bastano poche piante ad alto fusto come tigli, lecci, ippocastani che pian piano creeranno un’oasi di fresco e di ombra dove rifugiarsi a respirare a pieni polmoni.

20170603_093517Se poi piantate delle bulbacee che tendono ad inselvatichire, tipo gli anemoni di campo o le violette e i ciclamini, ogni anno, a primavera o in autunno, avrete un sottobosco fiorito.

Nel sottobosco l’erba cresce di meno e la manutenzione si riduce. Sta poi a voi decidere quando e se potare un po’ gli alberi. A me piace l’effetto naturale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.