Ogni pietà deposta

Quando studiai l’Eneide, al liceo, imparai cosa fosse il sentimento della “pietas” per gli antichi romani. Non del tutto traducibile, essa appartiene agli uomini di valore che hanno a cuore gli dei, la patria, la famiglia, i vinti ed i defunti. “Ogni pietà deposta” è un’espressione dell’Eneide, significa se tutti i valori vengono meno, più o meno, non c’è pietà, prevale il nichilismo. Ogni pietà è deposta se la vita di un bambino molto malato non vale niente, non è degna.

L’estate scorsa ho scritto qualcosa sul piccolo Charlie Gard, ma, dopo la sua soppressione, mi sono ripromessa di non commentare più vicende del genere, perché per quanto ne parliamo, per quanto protestiamo, raccogliamo fondi e tanto altro, il mondo ormai va così: i più deboli ed i malati incurabili devono scomparire dalla faccia della terra. Costano troppo. Perciò, per non apparire troppo utilitaristi, si invoca il loro “best interest” che consisterebbe nel morire, ma senza essere uccisi … cioè ti tolgono aria e alimentazione. Sfido chiunque, anche sano, a vivere senza aria ed alimentazione. Nel caso di Charlie ed Alfie Evans – ultimo caso conosciuto ed ancora in via di svolgimento -, essendo minori, si toglie la patria potestà ai genitori per procedere all’esecuzione, anche se un ospedale come il Bambino Gesù di Roma è pronto ad accoglierli. No, quelle vite sono uno scandalo per il nuovo pensiero eutanasico. In questi momenti i genitori di Alfie lo vogliono portare via e trasferirlo in Italia. La situazione è concitata, interviene la polizia, intervengono i sostenitori della famiglia. Mi torna in mente il film distopico “I figli degli uomini” dove un bambino che nasce è quasi uno scandalo ma anche una promessa e l’unica speranza di un mondo mortifero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.