un caso per tre – un giallo a quattro mani – sedicesima puntata

Tra omicidi, tentati omicidi, tentati suicidi e rapimenti, Walter e Debora cercano di trovare il bandolo della matassa.

Questo è il mio contributo settimanale dopo la puntata di Gian Paolo (Newwhitebear).

Trovate le puntate precedenti qui:

1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10,11 ,12, 13, 14,15

Durante il ritorno verso Roccapietrosa, Debora ragguagliò Walter su quanto aveva saputo dal maresciallo in merito alla morte di Francesca.
«Credo proprio che il maresciallo ci sopporti come il fumo negli occhi… comunque, insistendo un po’, ha risposto alle mie domande. Gli sembrava strano il nostro interesse per il caso, sebbene abbia tenuto a precisare che la cosa mi interessa per via dei miei studi e del blog che curo. Se, poi, sapesse quello che noi abbiamo scoperto, allora sì che ci farebbe passare i guai!»
«Almeno Puzzone l’ha spiazzato e ci ha in parte allontanato dai sospetti, perché credo che su di noi abbia qualche riserva … ma riferiscimi cosa ti ha detto.»
«Secondo le loro indagini Francesca è caduta accidentalmente in preda alla droga di cui faceva uso… ne hanno trovata anche nel suo alloggio.»
«Ma questo non si può dedurre semplicemente dall’aver trovato una bustina di droga vicino al cadavere, almeno non solo… qualcuno può aver tentato un depistaggio, collocandone vicino a Francesca e nella sua stanza. Se si è accorta, come pensiamo, di qualcosa che non avrebbe dovuto vedere… forse l’hanno drogata e poi buttata dalle scale.»
«Motivo per cui nessuno di noi l’ha sentita urlare… Mi domando, nel caso sia stato qualcuno a drogarla, come l’abbiano potuta trasportare alle scale senza che nessuno degli ospiti se ne accorgesse. Forse l’hanno attirata lì e le hanno somministrato la droga sul pianerottolo, probabilmente un’iniezione. Il maresciallo mi ha anche detto che il tossicologico ha rivelato la presenza di sostanze stupefacenti.» aggiunse Debora.
«Questo, per me, può solo significare che al momento della caduta era drogata, non che fosse una tossicodipendente.» affermò Walter, infastidito per la superficialità con cui stavano liquidando la morte della ragazza.
«Forse non sappiamo tutto o non mi ha detto tutto… il maresciallo, intendo. Chissà se hanno analizzato i capelli.»
«I capelli?»
«Sì, i capelli. I capelli portano memoria delle sostanze tossiche, dei metalli pesanti e altro simile entrati nel circolo sanguigno; il bulbo capillifero è irrorato di sangue e le sostanze circolanti in esso si depositano sul capello. Visto che la ragazza li portava lunghi, sarebbe possibile ricostruire se, negli ultimi mesi, ci sia stata assunzione di qualche sostanza…»
«Oh, sì… certo. Non credo, però, che abbiano richiesto un’analisi del genere; mi pare che abbiano liquidato velocemente la questione. E di Antonio? Ha detto qualcosa?»
«Già scagionato. Al momento dell’incidente aveva un alibi.»
«Ti ha detto niente sul suo ferimento?»
«Solo un vago ‘Stiamo indagando’.»
«Anche su Antonio abbiamo informazioni contrastanti, ciò che hai appreso tu al suo locale e quello che mi ha detto il giardiniere, ma non ci interessa più di tanto, perché abbiamo altre ipotesi su come si siano svolte le cose.» concluse Walter, mentre imboccava l’entrata dell’hotel.
«Eccoci a destinazione. Andrea mi starà già aspettando insieme a Lisa per andare a Sulmona a vedere la Giostra cavalleresca.»
«Che bella idea! Ne ho sentito parlare e ho visto la brochure alla reception. Vedo se anche Sofia ha voglia di andarci. Nel caso, ci vediamo lì, folla permettendo.»
«Sì, certo. A più tardi, allora.» Debbi si precipitò in hotel, sperando di non aver fatto aspettare troppo la sua famiglia, non voleva sentire rimbrotti.
«Bene, per stavolta non ti hanno arrestato!» l’apostrofò il marito con ironia.

Annunci

4 pensieri riguardo “un caso per tre – un giallo a quattro mani – sedicesima puntata

  1. nuove informazioni e i nostri due eroi fanno il punto sulla situazione in attesa di altre novità.

    Piace a 1 persona

  2. L’ha ribloggato su Newwhitebear's Bloge ha commentato:
    eccoci al consueto appuntamento del venerdì. Una nuova puntata del caso a quattro mani. Per chi volesse leggerlo Elena ringrazia

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close