Morte in rosso – una nuova indagine di Debora Nardi – sesta puntata

Puntate precedenti: 1, 2, 3, 4, 5

Camminando nella notte, Debora riflettè su ciò che sapeva di Carla, decisamente convinta che la sua morte non fosse stata un incidente.

Elisa le aveva detto che l’amica preferiva uomini più grandi e la relazione con il notaio lo dimostrava. Forse non era l’unica relazione con un uomo più grande. C’era, inoltre, il suo lavoro dove sfruttava le sue doti acrobatiche. Dove si esibiva? Feste, Nightclub? Era da scoprirlo. Flo aveva saputo della relazione e poteva indagare meglio, mentre Elisa si poteva mettere in contatto con i vecchi amici per scoprire qualcosa sulle attività di Carla. E lei? Qualche idea ce l’aveva.

Rientrò in casa a notte inoltrata e vide che Elisa era ancora sul divano. Dormiva così bene che decise di lasciarla lì. Lina saltò sul divano e si accoccolò accanto alla padrona, mentre Debora andò in camera sua.

Le era sembrato di aver dormito pochissimo, quando sentì il campanello di casa suonare.

“Deve essere Flo per la camminata consueta!” Pensò ancora assonnata.

“Scendo!”

Flora era alla porta con la sua bella crostata alla marmellata di more.

“Vieni, entra. Oggi abbiamo molto da fare. Camminare con Lina, andare dai carabinieri, tu devi indagare sulla relazione di Carla…” Debora era già pronta alla giornata.

“Calma, calma! Facciamo colazione, prima.”

Suo malgrado, dovette convenire. A pancia vuota avrebbero fatto poca strada, in tutti i sensi.

In mattinata riuscirono a combinare la camminata in collina e la visita presso il comando dei carabinieri.

Dopo la deposizione si affacciarono alla stanza di Sergio.

“Ciao, novità?”

“Non demordi, eh, Debora? No, non ci sono novità.”

“Il medico legale?”

“Al momento risulta morta per asfissia. L’idea iniziale è che si tratti di un incidente… e non ti mettere in testa di impicciarti anche di questo caso. Fammi il favore…”

“Scusa, togliamo subito il disturbo. Andiamo Flo, qui devono lavorare.”

Per strada Debora si sfogò con l’amica.

“Ti pare che mi deve trattare così? Gli ho risolto più casi io… Va bene, non ci voglio pensare, abbiamo da fare. Ora andiamo a casa e poi ognuna svolgerà il suo compito.”

A pranzo ci si arrangiò con cibo freddo.

“Mamma, io resto a casa per lavorare alla tesi.”

“Potresti fare qualche telefonata agli amici comuni con Carla?”

“Che cosa devo chiedere? Sono tutti in lutto…”

“Chiaro questo, ma, con un po’ di diplomazia, potresti capire qualcosa sulle sue attività?”

“Mamma…”

“Fallo per Carla. Se non ci pensiamo noi…”

“Va bene! Ma sappi che è uno sforzo per me.”

“Brava, Elisa. Io esco, perché mi è venuta una mezza idea.”

Uscì utilizzando l’auto per andare a prendere il caffè al bar centrale.

“Ciao, Gianna. Mi fai un espresso macchiato?” Al banco del bar c’era la figlia del titolare, amica di Elisa e di Carla.

Mentre beveva il suo caffè, osservava la ragazza, brunetta e piccolina. Anche lei era stata ginnasta.

“Hai sentito di Carla?”

“Ne parlano tutti!”

“Voi eravate amiche. Vi vedete ancora?”

“Sì, l’ho vista per molto tempo quasi tutte le sere, ma non vorrei dire di più…”

“Ma dai. Sono la mamma di Elisa…”

“Vede, io, per mettere da parte qualche soldo, vado a fare la cameriera in un locale del centro a Roma, molto raffinato. Prendo buone mance. Non sono bella come Carla, perciò servo al bar. Lei, invece, faceva le sue acrobazie.”

“Che c’è di male?”

“Be’, lei era… diciamo… abbastanza succinta.”

“Ecco, come pensavo” si disse, poi ad alta voce aggiunse “Non c’è niente di male. Con quello che ci fanno vedere anche in televisione! E… sai dirmi il nome del locale?”

14 commenti

  1. Debbi parte in quarta ma Sergio la stoppa. In realtà stimola Dewbora a indagare. Chissà cosa ci riserva il futuro.
    Ma Montealto è pieno di casi di omicidio, manco fosse new York 😀
    Battute sciocche a parte, aspetto la prossima.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.