Osservare, concatenare e dedurre. (3)

Vi ho raccontato quest’estate del mio “esperimento scientifico” che ha portato ad avere due belle piantine di pomodorini datterini e posso dire che quest’anno la mia attività agricola è stata soddisfacente. I pomodorini sono ancora in produzione e vanno maturando.

La pianta di basilico, che ogni anno invaso nello stesso punto, mi allieterà con il suo profumo fino a Natale e i peperoncini piccantissimi sono pronti per essere essiccati, ma, freschi, hanno reso già piccanti molti sughi.

Quello che posso osservare, da questo esperimento, è che la natura fa un po’ da sé, ha le sue risorse. Io non ho usato trattamenti, non ho fertilizzato, ho usato terra già sfruttata, ho solo annaffiato con costanza. L’unica accortezza è stata scegliere l’esposizione al sole: il basilico sta bene all’ombra, il peperoncino preferisce più sole, il pomodorino è stato al sole solo di pomeriggio.

Ed ecco le mie piantine fotografate due giorni fa. Immagino che siate capaci di riconoscerle senza bisogno di didascalia.

20181103_134005

20181103_133858

20181103_133831

34 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.