Matriarcato

sardegna.jpg
Dal web

Sebbene sia una sociologa, i miei studi e la mia tesi si sono concentrati sull’economia e sulla sociologia economica. Nella mia tesi mi occupai della piccola impresa a conduzione familiare, perciò  anche dell’istituzione familiare, non andando oltre il patriarcato. Negli studi di antropologia culturale non mi capitò di approfondire le società matriarcali, per cui, pur sapendo che sono esistite, non ho mai conosciuto molto dell’argomento né tantomeno saputo, fino a qualche anno fa, che ancora ne esistono in alcuni luoghi della Terra. In seguito mi sono occupata di più di sociologia della famiglia e, proprio mentre preparavo una relazione per un corso di formazione volontari, venni a conoscenza del fatto che quando gli antichi romani iniziarono la loro espansione nei territori italici trovarono gruppi sociali con organizzazione di stampo matriarcale che a lungo coesistettero con la società romana patriarcale. Questa notizia mi incuriosì e mi è rimasta nel retropensiero; oggi è riemersa alla coscienza, perchè mi sono domandata se le istanze femministe non siano di  respiro limitato. Mi spiego: si chiede il più possibile di avere gli stessi diritti degli uomini in una società patriarcale, alle condizioni che gli uomini sono disposti a concederci. Se invece si lottasse per un’organizzazione diversa, di tipo matriarcale? Il matriarcato non è la copia della famiglia che conosciamo dove, invece di “comandare” l’uomo, “comanda” la donna, non è una lotta a chi detiene il potere, ma si tratta di un’organizzazione sociale matrilineare: mater certa, pater incertus est, di latina memoria. Tutta l’organizzazione gira intorno a madri e figlie, mentre gli uomini restano nella famiglia di origine e si occupano della prole delle sorelle, di cui spesso non si sa chi sia il padre. Sono società più pacifiche e libere e prevale l’economia del dono. Capisco che suoni strano per noi cresciuti in questo diverso contesto culturale, però, senza pregiudizio, vale la pena immaginare come sarebbe. Un approfondimento interessante lo trovate qui. Un altro interessante articolo sulla Sardegna matriarcale qui.

Il filmato che segue è su una delle società matriarcali ancora esistenti.

24 commenti

    • Grazie, lo cercherò. Certamente la necessità di reprimere la donna, proprietà dell’uomo e garanzia di eredi legittimi, viene meno. Non per niente, tornando indietro nel tempo, la struttura patriarcale è forte in presenza di proprietà e necessità di difenderle. Il popolo senza proprietà non sentiva l’esigenza forte di matrimonio, fermo restando le forme predatorie maschili proprie delle nostre società.

      Piace a 1 persona

  1. Visto che non ho manie di controllo e che sono pure un vecchio single devo dire che a me non dispiacerebbe affatto un tipo di società del genere! ‘Ndo stanno ste sorelle?😂😂😂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.