Un ricostituente d’altri tempi

Ricordo quando da bambina, dopo i soliti malanni invernali senza fine, il medico disse a mia madre di preparare la ferro-china in casa. Il nostro medico era un neurologo, ma ci rivolgevamo a lui per la medicina di base. Spesso le sue cure erano integrate in modo naturale. Per esempio, in un periodo in cui ero deperita fisicamente, mi fece mandare in campagna da mia nonna a mangiare la mattina due uova battute con lo zucchero, visto che nonna allevava galline ovaiole su larga scala; le uova che mi dava erano raccolte al mattino e ancora calde venivano utilizzate per la mia colazione. Devo dire che nonna, di sua iniziativa, aggiungeva anche un po’ di caffè. Ciò non toglie che dovessi fare anche le iniezioni.

Torniamo, quindi, alla ferro-china. Anni fa venivano pubblicizzate varie marche di questo liquore perché, in realtà, parliamo di un tonico liquoroso. Io ricordo la Ferro-china Bisleri che veniva proposta come tonico digestivo. Felice Bisleri la brevettò nel 1881. La soluzione alcolica è fatta con citrato di ferro e corteccia di china.

Pubblicità del 1931 (dal web)

Nel 1894, Ernesto Baliva, medico negli ospedali di Roma, sviluppò la sua ricetta di Ferro-china e iniziò a rifornire le farmacie romane. La raccomandazione era un cucchiaino al dì, come si usava fare per un tonico, da somministrare anche ai bambini. Si credeva infatti che il ferro diluito in alcool fosse facilmente metabolizzato dall’organismo. La combinazione con la corteccia di china era anche considerata una cura contro la malaria. Quella della Ferro-china rimase una categoria di tendenza fino alla fine degli anni ‘70, poi, scomparve lentamente. La sua tipica bottiglia è in vetro scuro, proprio come si era soliti conservare prodotti farmaceutici, per proteggerli dalla luce. (Fonte Wikipedia)
Quindi, il medico fece fare a mia madre questo liquore ricostituente, dal sapore dolceamaro. Nella bottiglia scura si vedeva immersa la schiappa di china e devo dire che non mi dispiaceva farmi quel cicchetto mattutino. 😉

46 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.