500 post

WordPress mi ha appena comunicato la notizia che ho già scritto 500 post. Non me ne ero neanche accorta, però è un bel traguardo. Quando ho aperto il blog, circa undici mesi fa, non pensavo che sarei stata così prolifica, anzi credevo che avrei faticato a trovare argomenti. Certo, alcuni post sono vignette umoristiche, ma fanno parte dei miei gusti, mi piace sdrammatizzare, essere ironica.

Ora provvederò velocemente a scrivere il 501° post. Ops … è questo!

Annunci

I garofani del poeta

L’anno scorso comprai i semi delle bocche di leone e dei garofani del poeta. Le bocche di leone mi hanno allietato la vista per molti mesi, mentre sulla bustina dei garofani c’era scritto che per la fioritura avrei dovuto aspettare un altro anno.

Ed eccoli che stanno fiorendo.

20180425_110900

20180425_110805

Nel paese delle meraviglie (Non vedo il cappellaio matto)

Il piccolo Alfie Evans tra le braccia della mamma Kate. Vive a dispetto di chi ne ha decretato la morte per protocollo medico e per sentenza.

💕

QUALE DI QUESTI PRIMI SEI ARTICOLI DELLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI NON É CHIARA?

Articolo 1
Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

Articolo 2
Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione. Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del paese o del territorio cui una persona appartiene, sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi limitazione di sovranità

ARTICOLO 3
Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona.

ARTICOLO 4
Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma.

ARTICOLO 5
Nessun individuo potrà essere sottoposto a tortura o a trattamento o a punizioni crudeli, inumane o degradanti.

ARTICOLO 6
Ogni individuo ha diritto, in ogni luogo, al riconoscimento della sua personalità giuridica.

Alfie Evans è cittadino italiano. #AlfieEvans

Forse non tutto è perduto! Neanche per l’Italia …

il blog di Costanza Miriano

“I ministri degli Esteri Angelino Alfano e dell’Interno Marco Minniti hanno concesso la cittadinanza italiana al piccolo Alfie. In tale modo il governo italiano auspica che l’essere cittadino italiano permetta, al bambino, l’immediato trasferimento in Italia“. Lo rende noto la Farnesina.

Le procedure per il distacco del respiratore di Alfie sono state sospese. L’anticipazione è arrivata da Avvenire: “I genitori sono riusciti a ottenere un’ulteriore dilazione per chiarire un aspetto formale della sentenza”.

La sospensione è stata decisa dall’ospedale di Liverpool fino alle ore 16:30, ovvero le 17:30 ora italiana. E’ cio’ che, secondo quanto si apprende, avrebbe riferito il padre del bambino ad alcuni media.

View original post 247 altre parole

La liturgia della natura

Guardavo la mia orchidea che, dopo due anni, sta aprendo uno dopo l’altro i suoi boccioli, dal più interno al più esterno, con un ordine già definito, e mi sono trovata a fare le seguenti riflessioni.

Nello svolgimento del suo compito, la natura ha una sua precisa liturgia che si ripete ciclicamente, con i suoi ritmi e le sue pause. In tutto quello che viene chiamato “miracolo della natura” io vedo questa liturgia del nascere, crescere, generare e morire, la cui direzione è affidata alla natura, colei che si occupa del destino dei viventi; anzi, la radice del verbo nascor, fa pensare a quelli che stanno per nascere o che vengono chiamati alla vita, la spinta propulsiva che dà la forza della vita insita nella natura.

20180423_100803

20180423_100615